MartoRun 2011 : Una grande giornata di sport

03-10-2011 19:05 -

Una grande giornata di festa.
È questo l´unico modo per rappresentare quanto accaduto la scorsa domenica, quella del 2 ottobre, al Lago Pantano di Pignola.
Lo sport è stato un tramite, il podismo la ciliegina su una torta i cui ingredienti sono la passione, l´amicizia e la solidarietà che si rafforzano sempre più nella Podistica Amatori Potenza, la società organizzatrice dell´evento.
La quarta edizione della MartoRun è stata un successo, cercato e ottenuto dopo mesi di sacrifici trascorsi a mettere a punto una macchina organizzativa che non ha curato solo l´aspetto puramente agonistico della manifestazione ma anche e soprattutto i fini per i quali essa è nata.
Quella del Pantano, è una Mezza Maratona che vuole sensibilizzare su temi importanti, sempre più rilevanti della società in cui viviamo.
Ambiente, salute e cultura dello sport, sono aspetti fondamentali da trasmettere alle giovani generazioni, a coloro i quali sarà affidato il futuro del mondo.
Ecco allora che la Mini Maratona è diventata il fulcro della giornata dove gli schiamazzi dei ragazzini con la loro vitalità hanno riempito l´aria di quella gioia che l´organizzazione aveva cercato e voluto come primo obiettivo da raggiungere.
I bimbi gareggiavano, i genitori incitavano, qualcuno passeggiava gustandosi il sole caldo di una splendida giornata d´autunno: tutto avveniva mentre la gara agonistica era in svolgimento.
Dal palco della premiazione, il prato dell´oasi WWF del Pantano sembrava una tavolozza con su mischiati tutti i colori dell´arcobaleno.
Più di un migliaio le persone accorse per l´evento.
La gara agonistica si è svolta lungo il solito percorso, quello che partendo dal lago tocca tutte le contrade ad esso limitrofe.
Quasi interamente pianeggiante, esclusi due piccoli strappi al sesto e all´undicesimo chilometro, risulta molto gradito a tutti i podisti.
Tanti gli atleti e le società provenienti anche da fuori regione, con 357 iscritti la MartoRun è ormai diventata un appuntamento fisso, annuale, al quale non si può mancare.
Per la cronaca, ma davvero solo per quella, il vincitore della ventuno chilometri è stato Giovanni Auciello dello Stato Maggiore dell´Esercito che ha chiuso la gara in 1h 08´ e 46". La prima fra le donne è risultata Nicoletta Ramunno della sociètà Amici del Tesoro di Bari che ha fatto segnare un tempo di 1h 36´40".
Il vero vincitore della giornata però è stato lo sport, quello vero, dilettantistico, con la sua capacità di attrarre interesse e curiosità, una passione viva che coinvolge tutti e va coltivata, a partire dai più piccini fino a raggiungere i loro nonni.


Fonte: Redazione