IRONMAN di KLAGENFURT Austria: Mimmo Scaldaferri si conferma atleta di punta dello sport amatoriale lucano

04-07-2011 00:11 -

Una domenica fredda e umida nel cuore della Carinzia a KLAGENFURT, ha salutato i 3000 partenti dell´IRONMAN Austria, che anche quest´anno è diventato il teatro di una delle imprese sportive più straordinarie del Triathlon.
Il bega Marino VANHOENACKER a colto la sesta vittoria consecutiva ed è andato a prendersi il record sulla distanza più prestigiosa, sbriciolando il limite precedente appartenente a Luc Van Lierde, quel 7:50:27 che pareva inavvicinabile o forse solo "avvicinabile" ma verosimilmente imbattibile 7 ore 45 minuti e 58 secondi per percorrere 3,8km di nuoto, 180km in bicicletta e 42,2km di corsa con parziali di 46´ 49", 4h 15´, 2h 39´ , che danno l´idea della dimensione ultraterrena, quasi disumana del nuovo limite.
Nella gara femminile la statunitense Mary Beth ELLIS, all´esordio sulla massima distanza ha stupito tagliando il traguardo in 8 ore 43 minuti e 34 secondi, dopo aver dato per buona parte della gara l´impressione di poter battere il record femminile.

Si è conclusa brillantemente, secondo le aspettative,la prova dell´atleta lucano Domenico SCALDAFERRI, della Podistica Amatori Potenza, che è riuscito a concludere la massacrante gara scendendo sotto le 11 ore, ottenendo il tempo di 10 ore 40 minuti e 41 secondi per percorrere 3,8 km di nuoto, 180 km in bicicletta e 42,195 km di corsa, classificandosi al 850° posto della classifica generale e 203° posto assoluto nella categoria M40.
In questa terza esperienza consecutiva della gara Austriaca ha migliorato il tempo finale di 12 minuti rispetto a quello stabilito nell´edizione 2010.
Eccellente è stata la frazione dei 3,8 km. di Nuoto percorsa con il tempo di 50´47" classificandosi 21° assoluto e 6° di categoria, di rilievo le frazioni di Bicicletta di 180 km. percorsa con il tempo di 5h 53´26" (258° di categoria) e quella dei 42,195 km. della Maratona con il tempo di 3h 46´18" ottenendo la 203^ posizione di categoria.
A conclusione di quattro duri mesi di allenamento, e con tutte le difficoltà incontrate nella dura preparazione, SCALDAFERRI confermando di essere uno dei pochi atleti lucani dotati di una forte predisposizione mentale , resistenza alla fatica e sopportazione del dolore è riuscito anche quest´anno a portare a compimento con onore e dignità l´ IRONMAN Triathlon che rappresenta " La Gara " per eccellenza dei veri atleti.


Fonte: Redazione