41^ Maratona di New York - Martorano - Somma e Bilancia onorano la Basilicata sul traguardo del Central Park

08-11-2010 13:20 -

La 41^ Maratona di New York City, la corsa più famosa al mondo e più affascinante di una categoria sportiva già di per sé estrema, si è svolta domenica 7 novembre 2010, sul consueto, classico tracciato di 42 chilometri e 195 metri.
L´etiope GEBRE GEBREMARIAM, 26 anni, ieri ha vinto da esordiente, come non succedeva dalla vittoria di Alberto Salazar nel 1980. Vittoria all´esordio anche per la kenyana EDNA KIPLAGAT nella categoria donne che ha tagliato il traguardo tre ore prima di Edison Pena, uno dei trentatré minatori rimasti intrappolati per settimane in una miniera cilena. La notizia più importante di questa 41^ edizione , quella che ha oscurato tutte le altre, è quella dell´infortunio e del ritiro di HAILE GEBRSELASSIE, maratoneta leggendario, vincitore di due medaglie d´oro olimpiche, detentore di 28 record mondiali e trionfatore in oltre 130 corse importanti.
Alla Maratona della Grande Mela, definita anche la corsa delle Due Torri, hanno preso parte circa quarantamila atleti dei quali 3.972 italiani fra uomini e donne di tutte le regioni d´Italia.
La PODISTICA AMATORI POTENZA presente alla prestigiosa manifestazione è stata degnamente rappresentata da Attilio MARTORANO che ottenendo il tempo di 3h 26´ 02"si è piazzato al 4014° posto della classifica assoluta ed all´856° posto della Cat. MM4, Michele SOMMA con il tempo di 3h 54´ 19" (12122° posto della classifica assoluta e 2185° posto della Cat. MM40) e Giovanni BILANCIA con il tempo di 3h 56´ 30" (13038° posto della classifica assoluta e 351° posto della Cat. MM55).
Un grande plauso va fatto ad Attilio MARTORANO che con il suo tempo cronometrico (sotto le 3h 30´)è entrato di diritto nel Club dei "Top Runner" della Podistica.
Lusinghiere sono state le prestazioni di Michele SOMMA, al suo esordio sulla lunga distanza in Maratona, e Giovanni BILANCIA che, con molti problemi fisici accusati in sede di preparazione, è riuscito a concludere dignitosamente la gara raggiungendo l´obiettivo prefissato di scendere sotto la soglia delle 4h migliorando così la sua prestazione dell´edizione 2008.


Fonte: Redazione