08 Agosto 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS > News

Grave episodio vandalico al margine della Mezza Maratona di POTENZA , la FIDAL Basilicata denuncia l´increscioso gesto perpetrato nei confronti di Donato BECCE

07-03-2011 13:38 - News
Un atto molto grave che si sarebbe verificato a Margine della Mezza maratona Citta di Potenza che si è disputata ieri viene denunciato dal Presidente del Comitato Regionale Fidal Basilicata Emanuele Vizziello, unitamente all´intero consiglio regionale.
"Dopo la gara - spiega la Fiadal in una nota - e la successiva cerimonia di premiazione, l´atleta Donato Becce, vincitore della manifestazione, tesserato per la Pol. Rocco Scotellaro di Matera, si recava a ritirare dal parcheggio la propria autovettura privata per fare ritorno a casa, a Tolve. All´atto del ritiro riscontrava che la sua autovettura era stata danneggiata da ignoti con graffi lungo le fiancate e con la scritta sul finestrino "Matera merda" (testuali parole). Ciò che è accaduto è molto grave ed il CR FIDAL oltre a solidarizzare con Donato Becce riconosciuto come uno dei migliori atleti che la Basilicata abbia mai avuto, stigmatizza con forza un episodio e dei comportamenti che assolutamente non fanno parte del mondo dell´atletica leggera, sport di puro dilettantismo.Si ribadisce con forza che non è possibile che in una manifestazione podistica, peraltro amatoriale, possano accadere simili eventi che fanno parte di un becero "campanilismo" che non è mai appartenuto alla disciplina dell´atletica leggera".
La Fidal ribadisce che "questo atto ignobile è stato perpetrato nei confronti di un atleta che è nato e vive in Basilicata, e che da oltre 20 anni ha dimostrato e dimostra tuttora, non solo di praticare questo sport per puro spirito dilettantistico, ma anche elevate qualità umane riconosciute da tutti gli sportivi; ma soprattutto porta in alto il valore del suo impegno al fine di glorificare se stesso e la Basilicata tutta. Il prossimo 17 marzo è stata proclamata la giornata simbolo per il festeggiare la ricorrenza dei 150 anni di unità dell´Italia, purtroppo questi atti mortificano il significato dell´unità e identificano la forte ignoranza insita in alcune fasce di cittadinanza. Lasciamo a tali persone - spiega la Fidal - la loro misera povertà intellettuale, noi intanto continuiamo a fare il nostro lavoro con uno spirito di unione anche nella rivalità agonistica e ci accingiamo a festeggiare la suddetta giornata correndo insieme a Libera "associazione, nomi e numeri contro le mafie" per rimarcare ancora più forte il valore alto dello sport, che unisce e non divide, che persevera negli obiettivi di educazione, di rispetto reciproco e di giustizia, gli stessi obiettivi che Donato Becce, ma come tutti gli altri atleti, esprimono quando corrono e nella vita. Invitiamo tutti gli interessati a essere con noi in quella giornata e invitiamo tutti ad essere con noi nella Cultura dello sport".


Fonte: FIDAL Basilicata
Antonio Laguardia 08-03-2011
Solidarietà a Donato Becce
Un episodio che si commenta da solo: è proprio vero che la mamma degli idioti è sempre incinta !

Sono certo, comunque, che l´ autore non sia un podista: questo atti non ci appartengono, sono tipici di altre discipline sportive, non della nostra !

Tutta la mia SOLIDARIETA´ a Donato Becce e invito gli amici della podistica a fare altrettanto.
Pulici 08-03-2011
SOLIDARIETA´ A DONATO
Si sono presi anche la briga di capire quale era la macchina di Donato Becce, colpevole solo di correre per una società di Matera. D´altronde da quando a Potenza non c´è più il calcio certa gente con qualcuno deve pure sfogare la propria rabbia animale. Donato stavolta è toccato a te, ti chiediamo scusa a nome di tutti i Potentini civili. Torna a correre a Potenza e come sempre torna ad indispettire certa gente vincendo come sempre.



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio