20 Settembre 2020
NEWS
percorso: Home > NEWS > News
20-04-2011 00:56 - News
Al Presidente della FIDAL Basilicata
Ing. Emanuele VIZZIELLO

e,p.c. Al Responsabile Settore Master e Corsa in Montagna
FIDAL Basilicata
Prof. Angelo POTENZA


Oggetto: La Podistica Amatori Potenza vincitrice del Campionato Regionale di Corsa in Montagna 2010 ed il Basilicata in Corsa 2010 non viene premiata e nemmeno invitata alla festa dell´Atletica del 9 Aprile 2011 a Matera.


Egregio Presidente VIZZIELLO,
in qualità di presidente della Podistica Amatori Potenza, e per conto di tutti gli associati che in questa lettera rappresento, mi rivolgo direttamente a Lei per esprimere alcune considerazioni.
Lo sport è la massima espressione in cui l´uomo può misurarsi dal punto di vista fisico e psicologico. Ogni disciplina, e ci riferiamo soprattutto a quelle dilettantistiche, permette di verificare le capacità di socializzare che ognuno di noi ha. Lo stare insieme consente di testarsi, confrontarsi, manifestare pensieri e creare i presupposti per la crescita e lo sviluppo.
Tutto questo si può verificare quando si creano i poli di interesse comune. Convegni, raduni e gare, sono gli esempi più logici da cui gli atleti e le società vengono attratti.
Quello dello sport è un mondo complesso, composto da tanti piccoli tasselli, ognuno dei quali serve a formare un mosaico. Il mosaico dovrebbe essere, alla fine di tutto, la federazione sportiva che promuove e organizza le attività di ogni disciplina. In buona sostanza il punto di riferimento al quale ci si può rivolgere per cercare di soddisfare le esigenze di un particolare movimento.
Una sorta di mamma che viene in aiuto dei figli, questo dovrebbe essere il concetto di federazione inteso in senso largo.
Perché dovrebbe? Dovrebbe perché non in tutti i casi è cosi. È l´amara costatazione che viene fuori dopo aver vissuto un´ennesima giornata da orfani. Il comitato regionale Basilicata da Lei rappresentato , anche dopo il cambio non programmato di gestione, non perde l´occasione per dimostrare di non saper tenere unito il movimento che è chiamato a dirigere perché agisce con superficialità e faziosità e i suoi rappresentanti sono presenti esclusivamente nei luoghi di gara dove possono curare i propri interessi intesi come quelli delle loro società di riferimento.
L´esempio ultimo, quello che ci ha lasciati sconcertati si è verificato lo scorso 9 Aprile 2011 quando è stata celebrata la festa dell´atletica a Matera. In quella occasione sono state premiate alcune società , alle quali nulla si vuole addebitare nel senso di responsabilità, anzi, e non la nostra che durante l´anno 2010 è risultata la vincente del Campionato Regionale di Corsa in Montagna e del Basilicata in Corsa 2010. La Podistica Amatori Potenza che mi onoro di rappresentare è anche la compagine più numerosa della Basilicata.
Tanto per Sua conoscenza è inconfutabile il dato che ci vede protagonisti in quanto organizzatori della gara podistica più partecipata dell´intera regione e della storia del podismo lucano la Mezza Maratona del Lago di Pantano che si svolge a Pignola (PZ), con 300 atleti partecipanti, e alla quale non ha mai presenziato nessun rappresentante della FIDAL regionale .
Per noi del potentino la delusione è arrivata non solo per l´esclusione dalle premiazioni ma anche dalla palese volontà di volerci escludere dall´incontro considerato che non siamo stati neppure invitati.
La nostra non è una presa di posizione campanilistica, è un modo semplice per far notare che le cose, così fatte, proprio non vanno.
Non possiamo permettere che ci siano disparità di riconoscimenti.
L´organizzazione del mondo del podismo è lasciata alla buona volontà delle società. Grazie ad esse si riesce a gareggiare. La FIDAL in molte occasioni soprattutto nelle gare di podismo latita e , non riesce minimamente a supportare le società organizzatrici di un minimo sistema di rilevamento con micro-chip dei tempi di gara, quando proprio non può farne a meno mette un semplice visto di approvazione ai regolamenti.
Per il resto nulla di più.
I risultati delle gare sono merce ricercata. Per aggiornare il sito FIDAL Basilicata a volte si impiega una settimana. Spesso, ed è il caso del Basilicata in Corsa, si gareggia ed i risultati vengono pubblicati dopo 6/7 giorni e senza una classifica aggiornata.
Una vera, grande gestione molto superficiale alla quale ora non sentiamo più di voler sottostare. In Basilicata il podismo permette di fare i numeri. È un mondo in crescita per quantità e qualità organizzativa di gare e per cifre di tesserati. Ma alla FIDAL regionale interessa poco. A loro interessa che alcuni atleti, quelli di società privilegiate, quelle dei dirigenti federali locali, facciano i risultati. Nulla più. Noi società podistiche dobbiamo organizzarci e camminare da sole. È diventato un onore troppo grande quello di avere la presenza e la vicinanza dei dirigenti regionali. Anche nelle premiazioni che contano, come quella del Campionato Regionale di Corsa in Montagna, non vi è stata la benché minima presenza di un vostro rappresentante.
Prima di inviare questa nota la riflessione è stata profonda. Il rischio di essere considerati permalosi è forte. Alla fine però, abbiamo deciso di scrivere e lo abbiamo fatto per il bene di tutta l´atletica locale che non può e non deve essere rappresentata in questo modo.
È giunto il momento di dire basta e fare chiarezza , di fermare questo modo di gestire la FIDAL regionale con dei rappresentanti che vogliono fregiarsi di un titolo federale senza onorarlo completamente. Onori e oneri nello sport, come nella vita, vanno a braccetto.
Vogliamo dedizione alla causa e pari dignità, vogliamo dirigenti in grado di essere tali e dei quali ci si possa fidare e confidare. Tanto vi chiediamo, sollecitando un Suo intervento immediato, capace di rimettere in piedi un movimento che rischia di andare allo sbando.
Naturalmente diamo la nostra disponibilità ad un confronto, chiediamo anche di essere ascoltati là dove doveste ravvisarne la necessità. Una nota di questo tipo è assolutamente troppo breve per manifestare tutto il malcontento.

Scusandoci per il fastidio arrecato porgiamo distinti saluti.



Il Presidente
Luigi ALBANO

Potenza li 19.04.2011

Fonte: Redazione
Pulici 20-04-2011
Mamma Sacrata
MAMMA SACRATA che PRESIDENTE! Solo una parola:BRAVO!
sergio6106 20-04-2011
FIDAL
bene presidente; facciamoci valere
runner 68 20-04-2011
Bravo Alcide Albano
Bravissimo Presidente Alcide.
eugeniotaurisano67 20-04-2011
Una seria riflessione.
Accantonando per un attimo la gogliardia che ci contraddistingue e che rappresenta il collante più efficace del nostro sodalizio, non possiamo non eprimere la nostra gratitudine nei confronti di Luigi Albano che nelle cose serie ha la grande capacità di esserlo.
Il mondo podistico materano (senza appunto voler peccare di sterile campanilismo), ha da sempre mostrato una certa forma di freddezza per non dire di astio nei nostri confronti e adesso che la nostra realtà ha letteralmente surclassato nei numeri e nella qualità sia organizzativa che di relazionarsi con le altre società anche di fuori regione, le società materane (di cui i vertici Fidal ne sono l´espressione) sentono sempre più perdere terreno.
Gli ultimi sgarbi ricevuti ne sono la naturale conseguenza.
Caro Presidente, oramai abbiamo raggiunto la maturità e soprattutto la consapevolezza di poter camminare da soli e di fare bene, pertanto lasciamo perdere e godiamoci ciò che giorno per giorno vediamo crescere davanti ai nostri occhi.


peppepodista 23-04-2011
"son de Milan"
Bravo Presidente a cantarne quattro alla Fidal, la passeggiata a Milano, con gli amici, TI HA FATTO BENE
boccino 23-04-2011
mamma sacrataaaaaa
Presidente sei stato grande.Si vede che lo stimolo di perdere la presidenza a seguito dei continui attacchi mediatici nei tuoi confronti ti sta facendo reagire alla grande!!!Per le prossime maratone siete avvisati:il presidente Albano non molla facilmente così in maratona come nella sua presidenza!!!
Buona pasqua a tutti





Fabio Bilancia 24-04-2011
Complimenti Presidente
Complimenti Presidente, ottima iniziativa!!!!
possibilmente 26-04-2011
Cosa di sempre
Caro Presidente,
capisco il tuo amaro sfogo ed hai fatto bene a farlo presente ancora una volta a questa FIDAL "materana" .
Io in passato scrissi anche alla FIDAL nazionale che non prese in considerazione la mia protesta perchè viaggiano sullo stesso binario. Adesso che siamo in tanti, però, potremmo fare un´azione diversa.



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio