01 Ottobre 2022
NEWS
percorso: Home > NEWS > News

"21 volte donna": Ivana Di Martino a Potenza con gli atleti della Podistica Amatori

17-04-2013 12:54 - News
Tra mille possibili maniere di esprimere la propria identità di donna e, nel contempo, promuovere la riflessione su tematiche sensibili come la non-violenza e la parità di genere, Ivana Di Martino si è affidata alla sua passione di sempre: la corsa.
E, per far sì che il suo messaggio di sostegno arrivasse ovunque, ha pensato di organizzare un vero e proprio tour podistico dal titolo "21 volte donna". Ha indossato le sue scarpette fucsia, la maglietta di "Doppia Difesa" (l´associazione Onlus fondata dall´Avvocato Giulia Bongiorno e dalla showgirl Michelle Hunziker) e, senza pensare alle fatiche che avrebbe dovuto sostenere, ha iniziato a percorrere tutto lo Stivale. Da Nord a Sud, isole comprese proponendosi di coprire, ogni giorno per 21 giorni, una distanza pari a quella di una mezza maratona.
Lo start, il 7 aprile scorso in concomitanza con la Milano City Marathon: da allora la quarantaduenne atleta di origine monzese ma di adozione milanese non si è fermata mai, tirando "tutto d´un fiato" per Aosta, Torino, l´area delle Cinque Terre (teatro della devastante e drammatica alluvione del 2011), Roma, Cagliari, Palermo, Catanzaro e Brindisi.
Con oltre 190 km già nelle gambe, la grintosa podista ha fatto tappa il 16 aprile anche a Potenza. Con lei, un camper, uno staff di tre persone ma soprattutto la voglia di trasmettere energia positiva con un messaggio che si rivolge soprattutto alle donne, vittime di abusi e maltrattamenti.
Con il suo slogan "Tutto si può fare", la podista che corre dall´età di 11 anni e che nella vita di tutti i giorni è moglie, mamma di tre bambini e lavora part-time nel campo del sociale è sfrecciata, precisa come un orologio svizzero, per le vie del capoluogo regionale.
Affiancata e supportata da una folta rappresentanza di atleti della Podistica Amatori Potenza (che l´hanno accolta il giorno del suo arrivo consegnandole la maglietta della società), la Di Martino è partita come una gazzella affrontando con una notevole disinvoltura l´impegnativo percorso urbano.
Con passo elegante ma potente che diventava estremamente agile soprattutto in salita - nonostante un ginocchio che ha iniziato a farle male da alcuni giorni - ha chiuso la mezza di Potenza (iniziata con grande entusiasmo per il fascino di correre nel capoluogo di regione più alto d´Italia ma anche con la tristezza per gli attentati avvenuti durante la maratona di Boston) in meno di due ore, ad una media di 5´15´´ al km.
Un risultato eccellente per una donna come lei che, anni addietro, è stata vittima di due aggressioni ed ha subito ben due interventi al cuore. Situazioni difficili che, tuttavia, non le hanno impedito di continuare a correre. Anzi, la sua determinazione si è trasformata in un´impresa che dà oltretutto modo anche alla ricerca scientifica di proseguire il cammino, verificando i benefici offerti da un´attività fisica come la corsa sui soggetti affetti da cardiopatie.
E, lei il cuore ce lo metterà anche nelle sue prossime tappe (Napoli, Campobasso, L´Aquila, Ancona, Perugia, Firenze, Medolla, Venezia, Trieste, Trento, Monza/Milano), sulla strada, che sia in discesa o in salita, un chilometro dopo l´altro. Con il sorriso e l´energia di chi ha piena consapevolezza dell´obiettivo da raggiungere: arrivare per ripartire, dimostrando prima ancora che agli altri, a sé stessa, di potercela e dovercela fare. Nonostante le discriminazioni, gli abusi, i luoghi comuni e le difficoltà che penalizzano ancora l´altra parte del cielo.


Fonte: L.Lapenta



Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio
refresh




Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio
refresh


cookie